Una parola molto in voga è cringe, vediamone il significato e la diffusione.

Premessa: questo articolo è stato pubblicato per la prima volta il 26 ottobre 2019. La versione che leggi è aggiornata al 20 giugno 2020.

Notissima per i giovani, così così per i trentenni, pressoché ignota a chi è un po’ più in là con l’età, questa differenziazione è di per sé sufficiente a classificarla come giovanilismo o “internettismo”, e infatti è entrambe le cose.

Significato di cringe

Cringe è un sostantivo che può avere anche funzione di aggettivo. Deriva dall’inglese, dove ha significato originario di ‘atto, attitudine o inchino servile, adulatorio, ossequioso, deferente’, e più genericamente ‘strisciare’. Così almeno l’Oxford English Dictionary, che non ne riporta la funzione aggettivale. Come prevedibile, nei maggiori dizionari italiani (sono stati consultati Non è il GRADIT, il GDLI, il Devoto-Oli 2015, Zingarelli 2008 e Zingarelli 2020) la parola non è lemmatizzata, ma può essere definita genericamente come segue:

Cringe significato:

stato di imbarazzo causato dal senso di disagio provato per il comportamento altrui. Sentirsi in imbarazzo per qualcun altro al posto suo.

Un sentimento del genere era in realtà già stato identificato da Tonino Griffero come “vergogna vicaria“, così descritta: «Ci si vergogna per chi non si vergogna affatto. L’atmosfera suscitata da un comportamento vergognoso contagia infatti i presenti incolpevoli, talvolta persino quando questi si limitano a prevedere tale comportamento, o si vedono costretti a richiedere esplicitamente ciò che l’interlocutore dovrebbe invece fare da sé» (grazie pagina Facebook di Treccani).

La ricerca del significato di cringe che ti ha condotto fin qui

Come aggettivo, lo si ritrova spesso su internet in espressioni quali «una situazione cringe», «la canzone più cringe» (esempio), «qualcosa di divertente e cringe» (esempio), «essere cringe», «immagine cringe», «postare cringe», «momento cringe». Ma non solo.

Al 20 giugno 2020 google search consolle mi segnalava ben 39 keyword differenti che hanno portato gli utenti su questa pagina. E sono: cringe significato; situazione cringe; cringe treccani; cringe definizione; essere cringe; cringe aggettivo; imagini cringe; cringe significado; foto cringe; cringe; significato cringe; cringere; momento cringe; immagine cringe; cringe in italiano; cringe significato ita; postare cringe; cringe italiano; cringe significato treccani; il cringe della sera; cringe cosa significa; cringe aggettivo significato; video cringe significato; significato di cringe; che cringe; cringe meme significato; foto cringe significato; essere cringe significato; definizione cringe; cringe significato meme, cringe significato italiano, cringe che significa; come si scrive cringe; cringe significato aggettivo; cringe linguee; che cringe significato; che significa cringe; definizione di cringe; cosa significa cringe».

Diffusione, fortuna e sfortuna di cringe

Come spiega bene nerdgazmo.it, cringe sarebbe entrato in italiano da non molto tempo, soprattutto grazie a YouTube. I numerosi video che hanno questa parola nel titolo ne danno immediata conferma. E fin qui, okay. Vediamo allora lo stato di salute di questa parola. Inutile sperare in qualche risultato interessante su Google Ngram che si ferma al 2008 (recentemente al 2012 YAY!), mentre usando la funzione trends limitatamente all’Italia si nota una lenta ma costante diffusione – accelerata soprattutto nell’ultimo anno – del termine negli ultimi cinque anni (Immagine 1).

Immagine 1. Diffusione di cringe negli ultimi cinque anni

Se restringiamo la ricerca ai soli ultimi 12 mesi (Immagine 2), vediamo che cringe (azzurro) è finito nella barra di ricerca di google Italia molto più spesso di quanto abbia fatto ad esempio clickbait (viola), ma anche di poliamore (verde) e skillato (rosso), tutte parole che per me hanno un significato abbastanza chiaro e che figurano nello Zingarelli 2020 stando a quanto dice questo articolo del Corriere. Alle ultime due, l’Accademia della Crusca ha anche dedicato apposite schede nella sezione di Parole Nuove (eccole: → poliamore; → skillato).

fortuna di cringe
Immagine 2. Fortuna di cringe rispetto ad altre parole nuove

Nel 2019 cringe è meno trendy di machine learning (giallo in Immagine 2), ma questo non deve sorprendere perché il secondo è termine del linguaggio dell’informatica, nota roccaforte di una settoriale autarchia linguistica. Anzi, quello che sorprende è che per tutta agosto 2019, e praticamente sempre dall’inizio di febbraio 2020 in poi, cringe sia stata addirittura più cercata rispetto a machine learning.

Cringe nei corpora di italiano

Cerchiamone un uso un po’ più spontaneo nei corpora di italiano contemporaneo. L’immenso itTenTen16, che appunto è fermo al 2016, riporta una sola occorrenza degna di nota. È la seguente: «dopo 2 minuti ti sale il cringe a vederlo fare il pagliaccio mentre guida e canta». Non salta fuori niente di interessante su Itwac o Paisà; ho ignorato tutti gli altri corpora perché fortemente controllati rispetto a questi tre. Ciò che che ci interessa qui è che prima del 2016 qualcuno già iniziava a usare cringe con un certo agio nel sottobosco dell’internet italiano.

Ultimo corpus consultato è Timestamped che, pure se è taggato a schifìo, vale uno rapido sguardo quando si cercano dati bruti come sto facendo ora. Nel quinquennio 2014-2019 cringe appare 6 volte: la prima occorrenza è del 15 dicembre 2017, l’ultima del 14 aprile 2019. La più interessante è quella apparsa in un articolo di Rock.it del 6 febbraio 2019 dove si commenta l’esibizione di Patty Pravo a San Remo e nel commentare si dà anche una definizione di cringe. Dice l’autore, utilizzando anch’egli un noto segno paragrafematico di distanziazione per prestiti, neologismi ed esotismi (il corsivo):

«Fortunatamente a riempire di meme il sistema solare c’ha pensato il pianista che è andato a cacare prima di Patty Pravo e Briga, così, sulla fiducia, non sia mai che scappi nel momento in cui Predator Patty incartatissima finge di ballare il rap con le mosse di quando il signor Burns dei Simpson mima giovinezza. Quando gli anziani vi chiedono il significato di cringe, voi gli fate vedere il video di quel momento e siete a posto anche senza parlare».

È proprio intorno alla fine di gennaio/inizi di febbraio 2019 che il termine in Italia deve aver goduto di un primo picco di successo. Oltre alla conferma di ciò da parte di Google Trends (conferma qui) lo si nota anche dal fatto che il 31 gennaio 2019 è stata creata la pagina Wikipedia della voce, poi modificata (e vandalizzata) a più riprese.

Cringe nei quotidiani italiani

Se è vero, come sostiene Ammon 2003, che la stampa è uno degli agenti che contribuiscono alla formazione e rimodulazione dello standard di una lingua, varrà la pena elencare le occorrenze di cringe sui quotidiani italiani. Al momento in cui veniva scritta questa noterella, non ne esistevano. Ma a partire dal 2020 hanno iniziato a emergere. Le raccolgo di seguito.

  • Il 17 gennaio 2020 Il Monferrato riporta la nostra parola (Immagine 3), ovviamente incastonata fra i più noti segni paragrafematici di distanziazione (le virgolette), ascrivendola al modo di parlare dei giovani.
Immagine 3. Cringe nella lettera dal titolo Le dimenticanze e la “confusione” indirizzata al direttore de Il Monferrato. Prima pagina.

Troviamo cringe anche in:

Dall’Alpi alle piramidi, ma non in Molise

Dunque, cringe è in ascesa su Google (Immagini 1-2), quasi per nulla presente sui giornali e il minimo sindacale sui corpora. Il più classico esempio di forma alla sua primissima fase di diffusione.

E come avviene spesso in questi casi, Twitter sbilancia le tendenze dei tradizionali strumenti d’indagine linguistica. Cercando la parola limitatamente all’italiano si ottiene infatti a una mole di occorrenze tutt’altro che irrilevante, anche recentissime, anche simultanee (Immagine 4).

Immagine 4. Cringe su Twitter

E questo senza poter ravanare fra i commenti di YouTube, che è il locus dove cringe è approdato in Italia. Per quello che ne so, uno che lo usa tanto è Alessandro Masala di Breaking Italy, famoso YouTuber sardo. Qui lo mette anche per iscritto su twitter.

Masala, vale la pena ricordarlo, è un influencer. E forse non deve sorprende che sempre Google Trends dia la Sardegna come regione storicamente più interessata al cringe.

Immagine 5. Cringe, interesse per regione dal 2004 a oggi

Non ho dati per dimostrare quanto Shy abbia favorito la diffusione di cringe né del cringe, però in cuor mio un poco lo penso.

Non è possibile prevedere quale sarà la fortuna di cringe, non possiamo sapere se ce lo ritroveremo nello Zingarelli 2021. Vero è che ora si muove in quel limbo della comunicazione parlata e mediata dal computer che mette da un lato quelli che lo usano senza troppi problemi, dall’altro quelli che non l’hanno mai sentito nominare.

Ma il vero dato sociolinguistico di rilievo qui è un altro, e lo si nota in Immagine 5. Ai molisani e ai lucani di tutta sta storia non gliene può fottere di meno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *